«

»

Set 29

Abbiati, portiere fascista.

1360748762.jpgIl portiere del Milan, forse senza neppure immaginare (o forse immaginandolo molto bene) il rischio di emulazione che molti personaggi pubblici corrono, parlando delle proprie opinioni personali, esce sulla stampa (l’Espresso) rendendo candidamente note le proprie simpatie fasciste. Ormai le fogne si stanno svuotando.
«Io non ho vergogna a manifestare la mia fede politica. Del fascismo condivido ideali come la Patria e i valori della religione cattolica».
«Del fascismo – ha detto Abbiati – rifiuto le leggi razziali, l’alleanza con Hitler e l’ingresso in guerra, ma mi piace la capacità che aveva di assicurare l’ordine, garantendo la sicurezza dei cittadini».

Ecco, ora dopo aver capito quali sono i “valori” esternati dal signor Abbiati, portiere del Milan indi dipendente del signor Berlusconi, ho le idee un pò più chiare. Già era dura sopportare il Milan per il suo presidente, d’ora in poi ad ogni goal subito godrò come un riccio, con buona pace dei tifosi milanisti per bene.

Colgo l’occasione per evitare inutili distinguo ed affermare serenamente e pacatamente che IL FASCISMO E’ MERDA, dall’inizio alla fine.

Abbiati, portiere fascista.ultima modifica: 2008-09-29T13:44:00+00:00da vladlenin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento