«

»

Lug 18

Grazie a tutti e…. da qualche parte ci incontreremo…

Siamo ormai a 2 mesi dalle elezioni amministrative. Mi sono preso un po’ di tempo per assorbirne l’esito. Ora, analizzati i dati e gli errori commessi, è arrivato il momento di dire la mia sugli esiti e sul  futuro. Innanzitutto voglio ringraziare le oltre 700 persone che mi hanno votato come loro sindaco. Siete stati grandi ed è proprio pensando a voi che ho deciso di non lasciar marcire tutto il lavoro svolto. Per la stima che mi avete dimostrato e la palese voglia di una migliore gestione del nostro Comune. Un grazie a tutto il mio fantastico staff e ai nostri candidati che, nonostante la scarsità di mezzi e l’inesperienza, si sono dati un daffare notevolissimo. E’ stato entusiasmante girare per i quartieri proponendo la nostra stupenda visione futura della città e trovare tanti consensi, ma evidentemente i soli 4 mesi di lavoro non sono bastati per farci conoscere. Ora il progetto non si ferma. L’Articolo 3 della Costituzione Italiana resta del tutto inapplicato, tantissime persone restano prive di diritti e di tutele, e quindi noi proseguiamo. Il gruppo formatosi intorno a me si sta strutturando e presto verrà reso noto il nuovo assetto e i prossimi progetti. Nel frattempo posso solo dare per certo che il sottoscritto, un po’ per la stanchezza dovuta alle tante battaglie istituzionali compiute nei miei 9 anni di Consiglio Comunale, un po’ perchè credo che i “trombati” della politica debbano farsi sempre da parte, faccio non uno ma due passi indietro. Darò sicuramente una mano ai ragazzi di Articolo 3, forse tornerò al mio caro volontariato e poi finalmente potrò stare più vicino alla mia paziente famiglia, che spesso, tra riunioni, commissioni, assemblee e convegni, ho dovuto sacrificare. Nel frattempo noto che a Busto nulla è migliorato… anzi… tra “principi del foro”, intenti ad ottenere quanta più notorietà personale possibile e maneggioni vari, di tutti gli schieramenti, abbiamo ora in Comune il peggio del peggio. Pessimo, tanto per iniziare, il mercato delle vacche che si ripete anche stavolta sull’Agesp. Invece di pensare a dare il miglior servizio possibile ai concittadini, si verifica il solito brutto mischione di interessi personali che nulla hanno a vedere con i veri problemi della gente. E non oso pensare cosa avverrà sul PGT, l’ex piano regolatore… In un incontro riservato post-elettorale con il Sindaco ho avuto modo di dire questo e anche altro, ma vedo che niente cambia. Tanti auguri poi a chi è stato eletto e spero che i pochi che hanno davvero qualità e voglia di migliorare le cose si diano da fare senza più abbassare la testa “perchè il partito ha deciso così”. Abbiate la forza di fare quello che la vostra coscienza vi consiglia.

Grazie a tutti e…. da qualche parte ci incontreremo…ultima modifica: 2011-07-18T11:26:00+00:00da vladlenin
Reposta per primo quest’articolo

2 pings

Lascia un commento