«

»

Nov 26

Il de profundis della Fondazione Blini

fondaSpesso ci si lamenta della gente comune che non si informa adeguatamente. Tutti a bofonchiare lamentele ma nessuno che sappia davvero di cosa parla. Ma la politica non è da meno. Ieri, tornato dopo 2 anni a seguire i lavori di una Commissione Cultura comunale (che decretava la morte della Fondazione Blini, ente che potenzialmente doveva dare una mano alla espressione delle potenzialità giovanili) sono rimasto scioccato dalla disinformazione mostrata. Nessuno o quasi dei vecchi consiglieri  aveva ben chiara la vera storia che, peraltro è sul “tavolo” dal 2007!!! I nuovi consiglieri, invece, quasi del tutto privi di informazioni esatte, sparavano delle considerazioni inadeguate. Lo stesso Assessore Cislaghi, delegato dal Sindaco ad intervenire, ha sbiascicato 3 o 4 frasi incomprensibili, poi si è accapigliato con un consigliere e nulla più. Per farla breve, va a scemare la possibilità che un ente pubblico, forse nato e cresciuto male ma io credo indispensabile a fare da supporto alle proposte giovanili cittadine. Passare la palla a chi ha criticato o attaccato (come il sottoscritto) alcune scelte o proposte sul tema, non esime dalle sue colpe chi governa Busto da troppi anni. La realtà è che la maggioranza non ha creduto al progetto e, anzi, ha avuto paura che da esso nascessero ostacoli al “quieto vivere” della politica bustocca. A Busto Arsizio restiamo al palo ancora una volta.

Il de profundis della Fondazione Bliniultima modifica: 2014-11-26T11:59:37+00:00da vladlenin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento